La mia vita come moglie del duca

La mia vita come moglie del duca

Ep.1

Era una bellissima mattina di primavera e si poteva sentire una leggera brezza muovere le tende della mia stanza, si poteva dire che era uno di quei giorni che potevamo considerare perfetti.

Ma per me...

Era il giorno in cui avrei perso la mia libertà, era il giorno del mio matrimonio.

Beh, so già cosa diranno alcuni, sposarsi non significava la fine della tua libertà, non essere così drammatica, ma nel mio caso era letteralmente così.

I miei genitori mi stavano sposando con il duca Forest.

Beh, in realtà mi stavano vendendo.

Mio padre era un barone caduto in disgrazia e ora l'unica cosa che ci restava era il nostro titolo. Per questo i miei genitori decisero un matrimonio combinato, avevano cercato per un po' un marito ricco per me, poiché tutti sapevano che eravamo in bancarotta e nessun nobile si sarebbe interessato a me, ma per i ricchi era un'altra storia, per loro era una grande opportunità di ottenere il titolo di barone e diventare nobili.

Una mattina mentre mio padre stava esaminando diverse proposte di matrimonio per me, arrivò una carrozza insieme a vari guardie reali, loro portarono diverse casse nello studio dove si trovava mio padre, lui le esaminò tutte minuziosamente ma sembrava che nessuna soddisfacesse i suoi desideri.

In realtà, nessuna offriva abbastanza denaro per me, cosa del tutto normale poiché eravamo in bancarotta e non ero nemmeno una grande bellezza.

Le guardie, entrando nello studio, consegnarono una lettera a mio padre che era una proposta di matrimonio; a quanto pare il principe aveva sentito dire che mio padre stava cercando un pretendente per me.

Il principe era il migliore amico del duca Forest oltre ad essere suo cugino, e poiché nessun nobile avrebbe sposato sua figlia con il duca, pensò che sarebbe stata un'ottima idea approfittare dell'opportunità che lui stesso si sposasse con me, e mio padre aveva fatto la scelta giusta, appena vide cosa c'era nei bauli disse immediatamente di sì.

Beh, cosa volete che vi dica, non si può scegliere in quale famiglia nascere, alcuni hanno fortuna e altri no, ero una delle sfortunate, precipitavo sempre a terra aggrovigliandomi con la lunghezza del mio vestito, le sedie su cui ero seduta si rompevano facendomi cadere, gli animali mi attaccavano appena mi vedevano e gli insetti mi pungevano, insomma dire che avevo sfortuna era poco.

Circolavano molti rumors sul duca, alcuni dicevano che era un mostro crudele e spietato con una grande sete di sangue, altri dicevano che era il demonio stesso reincarnato, lui era uno dei generali del re, si era distinto molto essendo andato sul campo di battaglia a una giovane età e in quel luogo era temuto e soprannominato "il re sanguinario", poiché mentre era lì, era sempre coperto di sangue dei suoi nemici, una persona che poteva far tremare solo con uno sguardo, ed era con quella persona che mi stavo per sposare.

Beh, come ho detto, la mia sfortuna mi insegue sempre.

Il matrimonio era stato affrettato e si era deciso che si sarebbe svolto due giorni dopo aver ricevuto la proposta.

Il giorno del mio matrimonio mio padre aveva assunto diverse servitrici per aiutarmi a prepararmi per il matrimonio. Non avrei avuto una cerimonia grande o lussuosa come solitamente avveniva quando una nobile si sposava, quel giorno ci sarebbero stati solo i parenti più stretti poiché il duca aveva detto che voleva qualcosa di semplice.

Avevo sempre sognato che quando mi sarei sposata sarebbe stato il giorno più felice della mia vita, con un matrimonio da sogno, avrei indossato un bellissimo abito e la persona che avevo scelto per passare il resto della mia vita mi avrebbe aspettato sull'altare per giurarci amore eterno di fronte a Dio.

Fantastico, non posso nemmeno avere un matrimonio splendido come ho sempre sognato.

Quando le serve ebbero finito di vestirmi, mi guardai allo specchio e, vedendo me stessa, ebbi voluto piangere. Sembravo ridicola in quel vestito, a causa delle fretta del matrimonio non avevano avuto tempo di comprarmi un abito, così avevo dovuto indossare quello di mia madre, ma mia madre era molto più formosa e sinuosa di me, in quel vestito sembravo una bambina che giocava con gli abiti della madre, avevo solo 16 anni, quindi il mio corpo non era ancora completamente sviluppato e non poteva essere considerato un bel viso, il mio unico punto di forza erano i miei occhi verdi che sembravano due smeraldi.

Per il resto, alcuni potrebbero anche dire che il mio aspetto era noioso, per sfortuna il duca non mi aveva ancora visto perché se l'avesse fatto avrebbe potuto cancellare il matrimonio, beh avevo ancora una possibilità che al veder mi sull'altare si pentisse di sposarmi, anche se non ci mettevo molte speranze, con la mia sfortuna potrebbe decidere comunque di sposarmi.

L'unica cosa che desideravo era che quel giorno finisse il più rapidamente possibile, le domestiche mi portarono in cappella dove si sarebbe celebrato il mio matrimonio e dove avrei incontrato per la prima volta il mio futuro marito, o almeno così credevo.

Quando entrai in cappella c'erano solo i miei genitori, il prete che doveva sposarmi e un uomo molto più anziano di mio padre e ormai calvo, lui era in piedi al posto dello sposo, sapevo che non poteva essere il duca di Forest perché nonostante il male che se ne diceva, le persone che lo avevano visto almeno una volta dicevano che era incredibilmente bello e inoltre aveva solo 30 anni, era impossibile che avesse quell'aspetto.

Per un attimo pensai che la fortuna stesse finalmente sorridendomi e che il matrimonio fosse stato annullato.

Ma come vi ho già detto, ho una brutta fortuna quindi ciò non accadde.

Sembra che il duca fosse così occupato che non aveva potuto partecipare al proprio matrimonio, quindi aveva inviato il suo maggiordomo al suo posto e così si concluse il mio matrimonio.

Dopo che la cerimonia fu terminata, il maggiordomo mi disse che dovevo seguirlo alla residenza del duca. Quando arrivammo alla residenza era già sera, il maggiordomo mi aiutò a scendere dalla carrozza e mi presentò al personale di servizio e mi mostrò la mia camera, che era molto grande e spaziosa sebbene l'arredamento fosse un po' cupo per i miei gusti.

Dopo avermi lasciato nella mia stanza, lui se ne andò e immediatamente entrò un gruppo di serve per aiutarmi a togliere il vestito e mentre mi prendevano cura, chiesi loro.

___ Dove si trova il duca?

Le serve si guardarono a vicenda e dopo un momento di silenzio mi dissero.

¡....!

___ Il duca non è in casa in questo momento.

___ Sapete a che ora tornerà?

___ No\, mia signora... Ha bisogno di qualcos'altro?

___ Sì\, potreste portarmi degli stuzzichini.

___ Sì\, mia signora.

Quel giorno non avevo potuto mangiare nulla per tutto il giorno perché le serve avevano impiegato un'eternità a prepararmi per il matrimonio, anche se i loro sforzi non erano andati a buon fine, mi sentivo ridicola e inoltre il duca nemmeno si era degnato di apparire, la verità è che ero davvero curiosa di conoscere il duca, volevo vedere con i miei stessi occhi com'era il duca di Forest.

Ecco, quindi, comincia la mia vita da sposata, ora non mi resta che aspettare per vedere come sarà la mia vita da qui in avanti.

Scarica

Ti piace questa storia? Scarica l'app per mantenere la tua cronologia di lettura.
Scarica

Bonus

I nuovi utenti che scaricano l'APP possono leggere gratuitamente 10 episodi

Ricevi
NovelToon
Entra in un MONDO Diverso!
Scarica l'app MangaToon su App Store e Google Play